lunedì, febbraio 19, 2018

Il “Maggia” Accoglie al Festival del Giornalismo Alimentare


Ancora una volta a Torino, a gestire l’accoglienza del Festival del Giornalismo Alimentare: la Scuola di Stresa, l’"Erminio Maggia", è stata ancora coinvolta nella gestione del Festival del Giornalismo Alimentare: un’iniziativa che si tiene da tre anni e che quest’anno cade il 22 e 23 febbraio prossimi, sempre a Torino a Torino Incontra, in via Nico Costa. Centro storico. Sito dedicato www.festivalgiornalismoalimentare.it
Otto studenti della Scuola gestiranno l’accoglienza degli ospiti: si tratta di un piccolo team operativo, studenti del secondo, terzo e quarto anno del corso di accoglienza turistica; un team supervisionato sì dal professore Riccardo Fava, ma gestito da una studentessa del quarto anno, Cristina Pozzi. I ragazzi si stanno preparando da settimane e arriveranno a Torino il giorno prima per rendere il tutto operativo. Per loro un’esperienza di lavoro a tutto tondo, sintesi di teoria e pratica. Con abbondante utilizzo di lingue straniere.
Il Festival del Giornalismo Alimentare nasce con l’obiettivo di unire tutti questi innumerevoli mondi e di raccontarli, in un modo diretto, semplice e attento, grazie alla presenza di esperti di settore, di alimentaristi, di aziende, di associazioni, di semplici cittadini interessati e, soprattutto, di giornalisti, blogger e comunicatori. Luogo di incontro, di dibattito e di analisi, un centro di cultura e di informazione, di comunicazione e di opportunità per tutti. Tre giorni intensi in cui il cibo non sarà soltanto mangiato ma sarà assaporato in ogni minimo dettaglio attraverso tavole rotonde, workshop ma anche show cooking, degustazioni, press trip e iniziative ludico-didattiche. A raccontarlo, e a raccontarsi, saranno personaggi noti e meno noti al grande pubblico. Personaggi provenienti da realtà e paesi differenti, con esperienze di vita analoghe o completamente opposte, con idee e progetti spesso discordanti ma uniti, tutti, dalla medesima grande passione.

giovedì, febbraio 15, 2018

Lunzon 2018 a Borgomanero

Mercatino di Libri alla Villa Marazza


Venerdi 16 e sabato 17 febbraio la biblioteca allestirà, al suo interno, il mercatino dei libri. Verranno venduti, ad un euro o poco più, testi doppi che la biblioteca non può tenere.
Il ricavato verrà investito nell'acquisto di libri nuovi o altro materiale utile alla biblioteca. Vi aspettiamo numerosi dalle 9,30 alle 12 e dalle 14 alle 18.

Presentazione Libro ad Invorio

Domani, Venerdì 16 Febbraio alle ore 21,00, presso il Salone di Casa Curioni Marco Invernizzi presenterà il suo libro “Errare è umano – Il giro del mondo in bicicletta”.
Parteciperà all’evento anche il gruppo invoriese le “Volpi di Invò” attivo sul territorio sia per mantenere e ripristinare sentieri ciclo-pedonabili sia per organizzare eventi che vedono come protagonista la bicicletta e rivolti non solo agli esperti ma anche alle famiglie.

Notizie della Settimana dal Comune di Borgomanero

venerdì, febbraio 02, 2018

News Letter della Fondazione A. Marazza di Borgomanero

Progetto “Il Futuro in Salute"


Il progetto Il Futuro in salute: modificare le abitudini alimentari e gli stili di vita per migliorare il benessere dei nostri giovani”, promosso dal Reparto di Nefrologia dell’Ospedale di Borgomanero e sostenuto da Lions Club Borgomanero Host, Lions Club Borgomanero-Cusio, Rotary Club Borgomanero-Arona, Soroptimist Alto Novarese e Kiwanis Club, è stato presentato nel corso dell’intermeeting di giovedì 25 gennaio.
Il progetto, come illustrato dal Primario di Nefrologia Stefano Cusinato, si svolgerà  in tre anni, vedrà come tutor un team medico multidisciplinare, coinvolgerà gli studenti delle scuole medie e dei primi anni delle superiori e avrà  come obiettivo essenzialmente il miglioramento degli stili di vita sin dalla giovane età. Dieci le scuole coinvolte per un totale di 1200 ragazzi che saranno seguiti da un nefrologo, da un pediatra e da un insegnante. I dati, rilevati  dalle visite mediche effettuate all’inizio e alla fine dell’anno scolastico, verranno tabulati e analizzati assieme alle eventuali criticità che emergeranno. Il dr. Cusinato non ha mancato di sottolineare l’importanza della prevenzione in medicina, illustrando l’incidenza delle nefropatie in Italia e a livello locale. L’Ospedale di Borgomanero effettua annualmente circa 18000 dialisi a 130 pazienti affetti da insufficienza renale e monitorizza 115 trapiantati di rene. “Con uno stile di vita appropriato – ha detto Cusinato – possiamo evitare una serie di fattori di rischio per ottenere una migliore qualità della vita. Fumo, obesità, sedentarietà… è necessaria una costante opera di prevenzione ad ogni età della vita iniziando proprio dai nostri bambini e dai nostri ragazzi”.


Nella foto
Da sinistra Mario Sgrò, presidente Ass. Mosaico; Grazia Nuvolone, presidente Soroptimist Alto Novarese; Oscar Haitink, primario Pediatria; Daniela Vesco, presidente Lions Club Borgomanero – Cusio; Stefano Cusinato, primario Nefrologia; Andrea Bobice, presidente Lions Club Borgomanero Host; Savio Fornara, presidente Kiwans Club; Augusto Cavagnino, Ass. Pro Nefropatici e Raffaella De Bernardi, presidente Rotary Club Borgomanero – Arona.

Serata Gruppo Alpini Omegna


Notizie della Settimana dal Comune di Borgomanero

Appuntamenti a Borgomanero Febbraio 2018