lunedì, maggio 20, 2019

Street Food Experience ad Omegna


Con un occhio alle previsioni meteo della settimana, fremono i preparativi per la prima edizione di Street Food Experience, manifestazione organizzata nei pressi dei Giardini Pubblici lungo lago dall’Associazione Culturale EXPERIENCE di Grignasco (NO) in collaborazione con il Comune di Omegna.
Confidando in una tregua dal mal tempo, da venerdì 24 maggio è attesa nella nostra Città una tre giorni all’insegna del buon cibo da strada e della musica dal vivo per aprire – come si conviene – alla stagione estiva ormai (almeno sul calendario) alle porte.
Come riferito da Mattia Corbetta, Assessore Comunale al Turismo: «Abbiamo scelto di collaborare con l’Associazione Culturale EXPERIENCE che, ormai da sei anni, organizza eventi legati al “food” e allo “street food” in tutto l’Alto Piemonte per offrire anche ai nostri concittadini e ai turisti in visita un momento conviviale all’insegna del buon cibo. L’impronta che desideriamo dare agli eventi caratterizzanti Omegna è di “qualità” e per questo stiamo puntando a partnership con realtà attente a proporre eventi organizzati selezionando aziende che trattano esclusivamente materie prime».
«Da anni – è l’ulteriore conferma di Alessia Zacchei, Project Manager dell’Associazione Culturale EXPERIENCE – lavoriamo con realtà di “nicchia”, capaci di promuovere i propri prodotti e i territori dai quali provengono per uno street food ricercato e di qualità. L’obiettivo è legare questo genere di evento alla Città che sceglie di proporlo dando visibilità ai singoli territori perché rientrino in un progetto “sociale”, non “massificato”, e adatto a tutte le età».
A renderlo tale, venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 maggio, ci penserà la presenza di musica dal vivo, laboratori ed eventi anche per i più piccoli. Per ulteriori informazioni, visitate la pagina pubblica:  https://www.facebook.com/eventiexperience/

sabato, maggio 18, 2019

Cena di Primavera della Cunsurtarija dal Tapulon


Uno degli eventi che caratterizzano l’annata della Antica Cunsurtarija dal Tapulon, è la “Cena di Primavera”. Come vuole una tradizione bel consolidata, anche quest’anno la Cunsurtarija ha rispettato il calendario: mercoledì 15 maggio, la baita degli Alpini in via Caduti nei lager a Borgomanero, ha ospitato il simposio primaverile. Ovviamente il “Tapulone” è stato il piatto sovrano della serata al quale si sono affiancate due novità, in perfetto stile del sodalizio: la consegna del “collare” di appartenenza a un nuovo socio onorario sul quale è inciso il motto dell’associazione “Fa dal ben e lassa zì” (fa del bene e lascia che gli altri parlino) e la solidarietà.


Don Giancarlo Moroso, 77 anni, ex insegnante di religione, appassionato di lingue slave  e parroco di Santa Croce di Borgomanero dal primo ottobre 1986 (era stato ordinato sacerdote il 18 giugno 1966) è il nuovo socio onorario. Don Giancarlo ha redatto, in dialetto brighese, poi corretto dal Presidente Carlo Panizza in borgomanerese, l’inno della Cunsurtarija “la balada di mazzasnitti” cantato poi coralmente da tutti i presenti.
Per la pagina della solidarietà, una costante dell’Associazione borgomanerese, è stato donato un assegno di mille euro all’Auser cittadina, per la creazione di un ambulatorio dentistico. E’ stato ritirato dal dottor Sergio Cavallaro. L’Auser borgomanerese ha sede in piazza XXV aprile e, al suo interno, ospita un ambulatorio, pluripremiato e plurimenzionato in tutta Italia, per persone in stato di necessità. La struttura è dedicata al compianto dottor Piero Sacchi. “La Cunsurtarija – ha detto il dottor Sergio Cavallaroha il diritto di essere annoverata tra i Soci dell’ambulatorio, visto il suo costante sostegno”.


La serata ha avuto come ospiti il tenente dei Carabinieri Luca Bianchi Fossati e il Comandante della locale Compagnia della Guardia di Finanza capitano Francesca Dal Ponte.


Nelle foto:
Un momento della consegna del collare con il Presidente Carlo Panizza, il cerimoniere Gigi Mercalli e la segretaria Franca Gattoni: don Moroso è al centro.
Sergio Cavallaro ritira l’Assegno per l’ambulatorio dentistico.  

venerdì, maggio 17, 2019

School of Life ad Omegna


Don Michele Valsesia, Parroco dell’Ospedale Maggiore di Novara, è il protagonista del quarto appuntamento di School of Life, ciclo di eventi promosso dal Comune di Omegna per “dare un senso di orientamento e saggezza per la vita con l’aiuto della cultura”.
Intitolato “La qualità della vita”, l’intervento a calendario sabato 18 maggio, alle ore 15.30, presso il Forum Omegna, verterà su una prima parte di analisi “sapienziale” e “pedagogica” volta ad analizzare i momenti salienti che caratterizzano le diverse età della vita: dall’infanzia all’adolescenza, dalla maturità alla vecchiaia.
Per Don Michele Valsesia: «Sarà l’occasione per indagare passaggi quasi sempre caratterizzati da momenti di crisi più o meno profonda: l’adolescente che lascia il mondo dell’infanzia ma non ha ancora gli strumenti dell’adulto, l’individuo di mezza età che si ritrova a fare i conti con una parabola discendente, non solo nell’aspetto fisico».
Nella seconda parte dell’intervento si tornerà, invece, a sottolineare come non esista – in concreto e per alcuno – una qualità di vita “standard”, bensì un insieme di variabili da affrontare per passare da una “qualità della vita” a una “vita di qualità”.
Infine, il dialogo con il Parroco di uno dei pochi nosocomi che possiede una propria parrocchia interna (addirittura dal 9 gennaio 1603, per volere del Vescovo Carlo Bascapè), permetterà di spingersi verso un’ulteriore riflessione. «Da dieci anni – precisa Don Michele – svolgo l’attività di cappellano in un luogo di malattia e sofferenza che mi ha permesso di constatare come la qualità della vita determina la qualità della morte, con ciò intendendo che si muore bene se si è vissuti bene».
Per Sara Rubinelli, Assessore Comunale alla Cultura: « Sul tema del cosa sia una “vita di qualità” oggi c’è molta confusione ed è difficile trascorrere la vita senza gestire le difficoltà che ogni età sembra porre. Inoltre, il tema di questo nuovo appuntamento di School of Life riporta al centro dell’attenzione anche le cure palliative e il Movimento Hospice fondato in Gran Bretagna nel 1967 da Cicely Saunders per affrontare in maniera strutturata i bisogni dei pazienti affetti da una malattia che non risponde più a trattamenti specifici finalizzati alla guarigione. Ringrazio fin da ora il Cappellano dell’Ospedale Maggiore di Novara per questo nuovo importante momento di confronto e riflessione su un passaggio della vita che ci riguarda tutti».

Alpini Borgomaneresi all'Adunata di Milano



Anche il Sindaco di Borgomanero, Sergio Bossi, ha partecipato, domenica 12 maggio, alla 92esima Adunata Nazionale dell’ANA (Associazione Nazionale Alpini) denominata “Adunata del centenario”.


Con lui i 50 Alpini del Gruppo di Borgomanero capitanati da Renato Velati. Presenti anche quattordici Sindaci della Sezione Cusio – Omegna. Non sono mancati i famigliari delle Penne Nere che hanno seguito l’intera sfilata.


Presentazione Libro a Gozzano


giovedì, maggio 16, 2019

Omegna Salute: Anziani: Risorse e Fragilità


Venerdì 17 maggio, alle ore 21, presso il Teatro Oratorio Sacro Cuore si terrà il settimo appuntamento della seconda edizione di Omegna Salute, ciclo di incontri serali gratuiti patrocinati dall’Amministrazione Comunale e messi a punto grazie alla collaborazione tra ASL VCO e il Centro Ortopedico di Quadrante.
Anziani: risorse e fragilità” è il titolo dell’ultimo appuntamento della seconda edizione di Omegna Salute, ciclo di incontri serali gratuiti patrocinati dall’Amministrazione Comunale e messi a punto grazie alla collaborazione tra ASL VCO e il Centro Ortopedico di Quadrante della nostra città.
Alle ore 21, presso il Teatro Oratorio Sacro Cuore interverranno il Dott. Fabio Di Stefano, Direttore SOC Medicina e SOC Geriatria, e la Dott.ssa Daniela Morabito, Dirigente SOC Geriatria, che si alterneranno per spiegare quali sono le fragilità riscontrate nella fascia di età più avanzata delle popolazione.
È, di fatto, innegabile la constatazione che, con l’avanzare dell’età matura, ad aumentare è anche la predisposizione a una risposta negativa a qualsiasi evento infettivo che, a seconda del soggetto, può comportare un calo della massa muscolare (anche per mancata attività fisica), e a una conseguente perdita di autonomia determinata dall’allettamento o dall’insorgere di nuove complicanze.
E se il pieno recupero in età anziana non è pensabile, è invece più facile che subentrino fragilità di tipo cognitivo, con una conseguente perdita di autonomia nei singoli soggetti…
Un’età - quella avanza - per nulla invitante, dunque, e destinata al solo declino fisico? Non è detto! In occasione dell’ultimo incontro del ciclo Omegna Salute, oltre a parlare dell’impatto delle ineguaglianze socio-economiche e ambientali sulla longevità, ci sarà anche spazio per discutere di altro.
In primis della solitudine come fattore impattante sulla salute degli anziani, ma anche e soprattutto sul ruolo degli individui in età avanzata all’interno della società. Non sono poche, infatti, le famiglie che si reggono sui “nonni”, sempre più indicati come una risorsa sociale, umana ed economica.
Per Sara Rubinelli, Assessore alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Omegna: «In questi due anni di assessorato ho visto, personalmente, quanto fondamentale sia l’apporto delle persone anziane per la crescita della società. Chi ha maturato tanta esperienza sa dove investire e quali aspetti del mondo corrente rafforzare o modificare per promuovere una comunità che funzioni e sappia gestire la sua intrinseca complessità. Ringrazio il Dott. Di Stefano e la Dott.ssa Morabito per portare attenzione su un tema tanto importante».

martedì, maggio 14, 2019

XI Giornata dell'"Amicizia Filatelica"


La XI Giornata dell'"Amicizia Filatelica", in programma domenica 26 maggio, a cura del Gruppo Filatelico Numismatico "Achille Marazza", sarà una giornata importante per gli appassionati di Filatelia.
Saranno consegnati, durante una riunione conviviale al ristorante Tre Stelle di Briga Novarese, i diplomi di iscrizione al "Ruolo Veterani della Filatelia" , riconoscimento istituito dalla Federazione fra le Società Filateliche Italiane (nata a Torino nel 1919 in occasione del VI Congresso Filatelico Italiano) nell'anno 1971. Il riconoscimento viene assegnato ai Soci delle Società Federate e che risultino iscritti alla rispettiva associazione di appartenenza, da almeno trent'anni.
Quest'anno il Diploma di "Veterani della Filatelia Italiana", sarà consegnato ai Soci del Gruppo Filatelico e in particolare: Lidia Pastore, Cesare Albini, Giuseppe Castello e Giovanni Poletti: tutti  di Borgomanero.

Nella foto i quattro premiati

domenica, maggio 12, 2019

Il Leo Club Dona Lavagna al Leonardo da Vinci di Borgomanero


I giovani del Leo Club Borgomanero hanno donato all’Istituto tecnico statale Leonardo da Vinci di Borgomanero una lavagna interattiva multimediale (Lim). La consegna è avvenuta nel pomeriggio di venerdì 10 maggio da parte di Alessandro Siddi che, in quanto past president, aveva realizzato il service durante il suo mandato, e di Mattia Didò (cerimoniere).
Hanno rappresentato anche l’attuale presidente del Leo Club Borgomanero Francesca Santagostino. Il dono è stato ricevuto da Maria Grazia Andretta, dirigente scolastico dell’Itis. Presenti anche Piero Minazzoli e Geo Cerutti, rispettivamente vice Presidente e Tesoriere  del Lions Club Borgomanero Host.


Settimana della Musica ad Omegna


venerdì, maggio 10, 2019

Spring Break ad Omegna


AGGIORNAMENTO: GLI EVENTI DI DOMENICA 12 SONO ANNULLATI CAUSA VENTO FORTE.

Omegna in Gioco

Al via da oggi la decima edizione della due giorni ludico-culturale realizzata con il patrocinio del Comune di Omegna e la collaborazione dell’Istituto Comprensivo Filippo Maria Beltrami, Auser Cusio e Pro Senectute
Venerdì 10 e sabato 11 maggio andrà in scena la decima edizione di “Omegna in gioco”, evento ludico-culturale realizzato con il patrocinio del Comune di Omegna dall’Istituto Comprensivo Filippo Maria Beltrami, da Auser Cusio e dalla Pro Senectute.
Nuovamente sostenuta dall’Associazione genitori A.M.I.C.O., anche quest’anno la due giorni destinata a riportare i giochi antichi in piazza, vedrà la partecipazione di circa 500 alunni della Scuola Primaria, cui si aggiungeranno gli Istituti di Cireggio e Cesara e le Scuole dell’Infanzia del Fossalone e di Nonio.
Per tutti un ricco susseguirsi di giochi e laboratori artistici, quest’ultimi realizzati dall’Associazione I Lamberti e da Arti Grafiche Granerolo, mentre gli studenti dell’IIS Dalla Chiesa-Spinelli torneranno ad animare una parte di giochi creati da loro stessi. Per la prima volta, inoltre, “Omegna in gioco” vedrà la partecipazione anche della FIB – Federazione Italiana di Bocce di Verbania, che si spenderà per far conoscere la pétanque, specialità sportiva nata in Provenza.
«Evento clou di quest’anno – secondo Maria Gabriella Strino, anima dell’evento – sarà la celebrazione dei dieci anni di una manifestazione che ha saputo radicarsi a livello locale. Festeggeremo degnamente questo traguardo con una torta realizzata dal pasticcere solidale Luca Antonini, che verrà distribuita sabato 11 maggio alle ore 17.30 sotto i portici di Palazzo di Città. Sarà l’opportunità per raccogliere fondi a favore delle famiglie più bisognose dei bambini frequentanti l’IC F.M. Beltrami».
Confidando nel bel tempo, sabato 11 maggio tornerà anche Spring Break, evento benefico organizzato da ABLO – Associazione Banda Larga Omegnese che, in questa quinta edizione, propone musica dal vivo in collaborazione con l’Associazione Ants, un ricco stand gastronomico e intrattenimento presso Piazza Martiri della Libertà.
L’evento organizzato con il patrocinio gratuito del Comune di Omegna permetterà di offrire un ricco ristoro anche alle famiglie che sabato si intratterranno con i giochi della tradizione presso le location che – anche quest’anno – si confermano: l’area parcheggio e il parco prospiciente la sede del Forum Omegna, Largo Cobianchi e i giardini pubblici lungo lago.
Parte del ricavato ottenuto sarà devoluto da ABLO a sostegno dell’iniziativa Omegna in gioco.

venerdì, maggio 03, 2019

Appuntamenti a Borgomanero Maggio 2019



 
ERRATA CORRIGE:
Contrariamente a quanto indicato il "Mercatino della roba vegia" si svolgerà domenica 26 maggio anziché lunedì 27.

Contrariamente a quanto indicato il giorno martedì 21 maggio Fabrizio Filiberti parlerà di "Essere straniero e farsi straniero nella tradizione ebraico-cristiana" per il ciclo su temi di attualità organizzato dal Liceo “Galilei”. Dove: Auditorium, via Moro 13 Ora: 15.00 - 17.00 Info: 0322/82769

Sunrevolution e Mirasiddhi Festival a Mirapuri


Si terrà presso l'Omnidiet Hotel di Mirapuri - Coiromonte dal 3 al 5 Maggio 2019 il Sunrevolution e Mirasiddhi Festival.

Il Sunrevolution e Mirasiddhi Festival introduce lo Yoga Integrale di Sri Aurobindo e Mira Alfassa - La Madre, e il suo significato per la salute, il benessere, la cura e il rafforzamento dell'energia attiva del lavoro.
Il Sunrevolution e Mirasiddhi Festival presenta arte di Mirapuri, musica, concerti, mostre, meditazioni, prodotti e servizi di Mirapuri.
I visitatori possono prenotare trattamenti benessere quali massaggi ayurvedici, esercizi di cura del corpo e seminari sulla medicina alternativa e moderna.
Eventi Speciali sono il concerto dal vivo di Michel Montecrossa "The Sound of Sunrevolution" e la meditazione al Miravinci, il centro di meditazione di Mirapuri, con la musica di inaugurazione del Nuovo Anno 2019 "The Mother's Love & Hope Symphony".

Per annunciare l‘evento è stato pubblicato il video della canzone ‘The Sunrevolution Song of Love & Hope’ di Michel Montecrossa:



Ulteriori informazioni: