Visualizzazione post con etichetta Opera Pia Curti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Opera Pia Curti. Mostra tutti i post

domenica, marzo 13, 2022

100 Candeline per Margherita Longhi


Di solito non si svela l'età di una signora ma in questo caso faremo un'eccezione! A spegnere le 100 candeline, nella giornata di sabato 12 marzo, è stata Margherita Longhi, ospite dell’Opera Pia Curti a Borgomanero. Il Sindaco di Borgomanero Sergio Bossi, a nome dell’Amministrazione Comunale, ha voluto omaggiare la neocentenaria con un mazzo di fiori. Margherita, nata e residente a Borgomanero, ha lavorato per tantissimi anni alla “Trabattoni” un’azienda (ora non più operante) in via Piave. E’ stata festeggiata da parenti e amici. Presenti anche il Prevosto don Piero Cerutti e il direttore della struttura Giovanni Tinivella. E’ la terza centenaria ospite dell’Opera Pia Curti. Adalgisa Ferrari compirà i 101 anni ad Agosto 2022, mentre Agnese Uslenghi raggiungerà lo stesso traguardo a settembre.



mercoledì, aprile 14, 2021

Cordoglio a Borgomanero per la Scomparsa di Don Giovanni Galli


Si è spento
, all’età di 91 anni,  nel primo pomeriggio di mercoledì 14 aprile alla Casa di Riposo Opera Pia Curti, don Giovanni Galli prevosto Emerito della Collegiata di Borgomanero
Don Galli era nato a Senegrò in provincia di Como, il 18 maggio 1929. Era stato dal 1958 al 1982 Coadiutore della Collegiata di Borgomanero. Dal 1982 al 20 giugno 1988 aveva retto la Parrocchia di Varallo Pombia. Dal 1988 sino al 9 ottobre del 2011 (giorno del suo saluto ufficiale ai borgomaneresi) aveva retto la Collegiata di San Bartolomeo.
Nel 2007 era stato nominato “Borgomanese dell’anno”.
E’ una notizia che mi lascia una profonda tristezza in fondo al cuore – ha detto il Sindaco di Borgomanero Sergio Bossi un dolore che  accomuna tutta la Città  per la perdita di colui che è stato la guida  religiosa della nostra Comunità per ben 24 anni; abbiamo potuto apprezzare le sue doti umane e spirituali con una grande capacità di dialogo e comprensione”. Conclude Bossi “E’ stato un punto di riferimento per tante persone; il ricordo del suo operato saprà trovare memoria in tutti coloro che hanno ricevuto il bene”.