martedì, luglio 28, 2015

Stefano Luciani Terzo all'Aronamen


Bellissima prova di Stefano Luciani all’Aronamen triathlon corso oggi nella cittadina sul Lago Maggiore. Il forte e poliedrico atleta borgomanerese, che difende i colori Cusiocup Racing Team, è infatti giunto terzo lottando fino agli ultimi metri per conquistare la seconda piazza mentre il vincitore, Massimo Cigana, era irraggiungibile.
Uscito 56° dall’acqua, Stefano è autore del solito capolavoro in bicicletta con il secondo tempo parziale (battuto solo dal vincitore Cigana, ex pro di ciclismo), si presenta al secondo cambio già in seconda posizione, lottando fino agli ultimi metri con Federico Incardona, che avrà la meglio. Numerosissimi i tifosi presenti lungo il percorso che lo hanno incitato come non si era mai visto in una gara di triathlon a dimostrazione della popolarità dell’atleta, già vincitore di Cusioman nel 2014.

Rubinetti Ecologici Nobili per l'Arona Golf Club


La serie ecologica New Road di Nobili Rubinetterie è stata adottata da Arona Golf Club in totale coerenza con la scelta ambientale del Club, autorevolmente confermata dall’importante riconoscimento “Impegnati nel verde” assegnato alla struttura aronese dalla Federazione Italiana Golf grazie all'investimento nel fotovoltaico che consente di autogestire le strutture e l'irrigazione delle buche.
La serie New Road di Nobili Rubinetterie, che si avvale delle tecnologie Nobili EnergySaving, Nobili WaterSaving e Nobili Ecofresh, è riconosciuta come il punto di riferimento della rubinetteria ecosostenibile.

Presentazione Libro “Il tempo dei maggiolini" a Cesara


Lunedì 3 Agosto 2015, alle ore 18,30, a Cesara ( Sala Archi-Circolo Lancellotti –Piazza Marconi,2) Marco Travaglini presenterà in anteprima il suo ultimo libro “Il tempo dei maggiolini”. Introdurrà l’incontro il pittore-scrittore Giorgio Rava.

Mi ha sempre attirato la narrativa di Marco Travaglini perché intesa a dare voce soprattutto alla gente comune, a quel mondo piccolo ma non minore col quale lo scrittore di Omegna ha sempre amato convivere, assimilandone i problemi, le speranze, le gioie e i dolori. Una scrittura la sua che nasce dal cuore e arriva al cuore, che sa cogliere con passione e slancio poetico la vita delle strade, dei piccoli paesi del lago e della montagna, con attenzione particolare - è il caso di “Il tempo dei maggiolini” - al passato, ai giorni dell’infanzia, della giovinezza, a tempi meno facili ma più ricchi di semplicità, di saggezza antica, di rapporto umano. Erano gli anni delle case di ringhiera, dei grandi prati non ancora invasi dal cemento; delle quattro stagioni; delle primavere verdi punteggiate di rondini e maggiolini; delle serate estive sfolgoranti di lucciole, sull’aia o davanti alla calma scura del lago ancora impregnato dei caldi profumi del giorno, delle creme solari...

dalla prefazione di Benito Mazzi


venerdì, luglio 24, 2015

Un Paese a Sei Corde a Bolzano Novarese


Domani, Sabato 25 Luglio, nella Piazza del Municipio di Bolzano Novarese andrà in scena uno degli appuntamenti più interessanti dell'edizione 2015 di Un Paese a Sei Corde. Sul palco due veri "giganti" dal chitarrismo sorprendente e dalla simpatia straripante in un viaggio musicale che attraversa luoghi e suoni di paesi lontani come nella più feconda tradizione italiana.
Armando Corsi, storico chitarrista di Ivano Fossati, dalla carriera lunghissima e dalle mille esperienze, e Fausto Mesolella, chitarrista, compositore e arrangiatore, dal 1986 membro della Piccola Orchestra Avion Travel, un gruppo che ha lasciato un'impronta profonda nella storia recente della musica italiana, e non solo di quella "leggera".
Ognuno dei due chitarristi porta il suo bagaglio di esperienze acquisite in decenni di concerti e frutto di condivisioni con nomi tutelari della musica italiana e internazionale. Un'accoppiata straordinaria che travolge il pubblico con un'ondata di poesia in musica, regalando anche momenti di assoluto divertimento: una miscela vincente.
Nasce a Genova Armando Corsi, “la chitarra che sorride” come gli addetti ai lavori definiscono questo musicista riservato ed apparentemente introverso. Quarant'anni anni di musica che iniziano nelle vecchie osterie di Genova dove  gli anziani si radunavano la domenica tra ballate dialettali e brani classici; collabora con musicisti di livello assoluto, tra gli altri con Astor Piazzolla e Paco De Lucia, fino all'incontro con Ivano Fossati. Dice Corsi: “Noi italiani abbiamo un po' perso il gusto per le belle melodie, il folk, come ad esempio quelle della tradizione napoletana e partenopea di fine ottocento. Ecco, forse la mia ambizione artistica è proprio quella di riuscire a far conoscere queste melodie e portarle avanti."
Fausto Mesolella ha suonato con Gabriella Ferri, Nada, Bocelli, Gianmaria Testa, Paolo Conte, Gianna Nannini, Samuele Bersani e molti altri grandi artisti. Come chitarrista ha partecipato con la Piccola Orchestra Avion Travel a due edizioni del Festival di Sanremo nella Sezione Campioni, vincendo nel 1998 il Premio della critica Mia Martini e nel 2000 il Festival.
Inizio concerto ore 21.00. Il concerto è gratuito con offerta libera. In caso di maltempo si terrà presso il Teatro Parrocchiale di Bolzano Novarese



Si ringraziano:
Schertler Group, G7th The Capo Company, IQS Strings e la rivista Chitarra Acustica.



In via eccezionale la Chiesa di San Martino sarà aperta al pubblico dalle 16.30 alle 19.00 per visite gratuite.
Questo gioiello, la cui prima costruzione dovrebbe risalire al X-XI secolo,  contiene una serie di affreschi tra i più noti del Cusio ed era la parrocchiale dell’antico abitato di Ingravo, scomparso attorno alla seconda metà del XII secolo.  Nonostante ciò, i Bolzanesi mantennero il culto di questa chiesa e restarono molto devoti ad essa probabilmente per 2 motivi: la presenza di eremiti e religiosi nel luogo (testimoniati da alcuni documenti) e la presenza del vecchio cimitero. I restauri ,terminati nel 1990, eseguiti con il patrocinio della Regione Piemonte e del Comune di Bolzano Novarese, hanno consentito il consolidamento strutturale dell’edificio e il totale ripristino degli affreschi, e rinnovato l’interesse storico ed artistico per il monumento.
Dopo la visita, in attesa del concerto, è possibile assaggiare la “pizza a sei corde” o “gli spaghetti alla chitarra” presso la Pizzeria La Sirena (Via San Giovanni, 15).