Visualizzazione post con etichetta COVID. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta COVID. Mostra tutti i post

martedì, aprile 20, 2021

Già 1500 i Vaccinati al Centro SOMSI di Gozzano


 “Le persone che hanno ricevuto il vaccino anticovid, ad oggi, sono 1500. Il nostro compito è accelerare al massimo i tempi per occuparci del futuro e lasciarci alle spalle la pandemia”.
Lo ha affermato il sindaco Gianluca Godio. Il Primo Cittadino ha spiegato che a Gozzano, dal “varo” del Centro Vaccinale alla SOMSI (piazza San Giuliano) lo scorso 27 marzo, sino alla mattinata di domenica 18 aprile, sono state somministrate più di  1500 dosi di vaccino anticovid. Il piano vaccini coinvolge anche le Comunità di Bolzano Novarese, Briga Novarese, Gargallo, Invorio, Pogno e Soriso. Oltre diecimila  le persone che verranno sottoposte a immunizzazione al virus covid 19 .
Godio ha quindi ringraziato i medici di base, i medici volontari, infermieri e tutto il personale amministrativo che sta lavorando al meglio per garantire la buona riuscita del piano vaccinale. 
Domenica 18 aprile era presente nella struttura anche il Dott. Augusto Cavagnino, che oltre ad essere il sindaco di Soriso, presta costantemente la sua attività come medico volontario. Cavagnino ha dichiarato “se l’Asl di Novara, che ringrazio per il supporto, continua costantemente a rifornirci di vaccini, in breve tempo riusciremo a vaccinare un buon numero di abitanti afferenti ai medici di base che hanno aderito al nostro progetto, dando così anche noi un piccolo contributo per raggiungere la tanto agognata immunità di gregge”.

giovedì, aprile 01, 2021

Arriva l'Apericcino - Dal Lago d'Orta un Nuovo Format per l'Estate


Il nome, che farà sobbalzare gli amanti della lingua italiana, non lascia spazio a dubbi. E' proprio dalla fantasiosa idea di unire l'aperitivo con il vaccino che è nato quello che, nei progetti dell'ideatore, dovrebbe diventare uno dei must dell'estate prossima ventura.
P.A. (per il momento preferisce rimanere nell'ombra) è un imprenditore turistico attivo sul Lago d'Orta da molti anni e, come tutti i suoi colleghi, ha dovuto affrontare il periodo più nero della sua carriera a causa della pandemia. Nei lunghi mesi inoperosi stava curiosando in rete con il suo tablet quando si è imbattuto in una notizia che ha attirato la sua attenzione. Come lui stesso ci racconta "ho letto una notizia che non sapevo se considerare vera o inventata. Secondo il sito in Israele, paese con il record di vaccini, le somministrazioni avvenivano addirittura nei bar, con tanto di birra offerta a suggellare il momento. Certo una birra non convincerà i no vax più agguerriti, mi sono detto, ma è pur sempre un modo per rendere più gioioso e leggero un momento così importante. Cosa c'è di meglio di un bel brindisi per salutare un evento che potrebbe farci uscire dall'incubo?".

domenica, marzo 28, 2021

Inaugurato il Centro Vaccini di Gozzano


E' stato inaugurato nella mattina di ieri, sabato 27 marzo, alla S.O.M.S.I. di piazza San Giuliano a Gozzano, il Centro per la somministrazione dei vaccini anticovid-19 per il basso Cusio.
L’iniziativa ha coinvolto anche i Sindaci e quindi le Comunità di Bolzano Novarese, Briga Novarese, Gargallo, Invorio,  Pogno e Soriso. Più di dodicimila  le persone che saranno sottoposte a vaccinazione. Prima del taglio del nastro, il Sindaco di Gozzano Gianluca Godio ha voluto ringraziare la dottoressa Arabella Fontana, direttrice dell’Asl NO che – ha detto – ci ha dato la possibilità di attuare questo progetto”; un ringraziamento anche ai medici di base aderenti all’iniziativa, ai volontari che opereranno all’interno del Centro, al personale del Comune, alla Giunta Comunale e al Presidente della SOMSI Floriano Negri.
Prima della benedizione di don Enzo Sala, la dottoressa Fontana ha sottolineato che “questa è un’esperienza da imitare, un plauso al Sindaco Godio per l’iniziativa”. 

mercoledì, marzo 24, 2021

Borgomanero: Supporto per l'Accesso al Vaccino COVID


L’Ambulatorio Polispecialistico Auser di piazza XXV aprile a Borgomanero, con il patrocinio del Comune di Borgomanero, ha creato un servizio in supporto alle persone ricomprese nella campagna vaccinale (ultra settantenni) che siano sprovviste di qualsiasi supporto tecnico per provvedere alla prenotazione sul sito www.ilpiemontetivaccina.it.  Il servizio sarà attivo da mercoledì 24 marzo.
Il servizio è rivolto a tutti i cittadini ultra settantenni, in età compresa tra i 70 e i 79 anni, che non siano provvisti di strumentazione per la prenotazione e non abbiano parenti, amici, o conoscenti disponibili a provvedere alla loro prenotazione sul portale della Regione Piemonte.  
A questo proposito è stata messa a disposizione una postazione informatica, gestita da personale volontario, per assisterle nella compilazione dell’apposito modulo e procedere quindi alla prenotazione. In più il servizio offre l’assistenza per la compilazione dei moduli che bisogna presentare per accedere al vaccino. 
Per ricevere assistenza è necessario telefonare al numero 0322 836155 (interno 4 - Segreteria) e fissare un appuntamento. Le persone dovranno presentarsi muniti di Codice Fiscale, Carta d’identità, Tessera Sanitaria, elenco dei farmaci in assunzione e con un numero di cellulare sul quale ricevere la convocazione per il vaccino. 
Anche se l’ambulatorio Auser è chiuso – ha detto Sergio Cavallaro, responsabile del servizio – vogliamo sostenere i Sindaci della zona per i centri vaccinazione; il Centro Assistenza è sorto su sollecitazione dei medici di medicina generale”.
Il Sindaco Sergio Bossi ha espresso soddisfazione per l’iniziativa “un aiuto più per uscire da questa situazione che pare sempre più difficile ogni giorno” continua poi  “la nostra realtà deve ringraziare tutte le persone che si sono e si danno da fare contro questo nemico invisibile” conclude “un grazie alla Presidente Auser Maria Bonomi per la sua intensa attività a favore delle ‘fragilità


Nella foto da sinistra, Sergio Cavallaro, Anna Fontana, Maria Bonomi, Carmelo Cavallaro, Sergio Bossi e Savio Fornara.

domenica, gennaio 10, 2021

Vaccinazioni all’Opera Pia Curti


Nel primo pomeriggio di sabato 9 gennaio, all’Opera Pia Curti di Borgomanero, sono state somministrate le dosi di vaccino anticovid  a 10 ospiti e 11 operatori della RSA che non sono mai stati a contatto con il covid-19. Tra 21 giorni, allo stesso gruppo, sarà effettuato il cosiddetto richiamo. L’operazione, a sei giorni da quella effettuata alla Casa Famiglia di Santo Stefano, è stata eseguita da un team specifico di vaccinatori costituita da un medico del SiSp, un medico dell’Usca e infermieri dell’Asl Novara.


Da sottolineare che, la stessa RSA, ha effettuato giovedì 7 gennaio, i tamponi ad ospiti e personale, risultati tutti negativi. Ospiti e personale sono regolarmente sottoposti, a regolari controlli, ogni 15 giorni.
E’ importante tutelare le fasce più deboli ed esposte al rischio di contagio – ha detto il Sindaco Bossile notizie che giungono dall’Asl, in merito ai tamponi eseguiti, sono confortanti; tuttavia non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia e continuare sulla strada intrapresa della prevenzione”.
Stiamo lavorando per completare il ‘primo giro’ in tutte le RSA del territorio dell’Asl Novara – ha aggiunto Arabella Fontana direttore generale ASL No – durante il quale abbiamo vaccinato, il primo gruppo tra operatori e ospiti e, a distanza di tre settimane, sarà effettuato il secondo giro per la seconda dose. Auspichiamo di poter ampliare il numero di ospiti che saranno vaccinati comprendo anche coloro che al momento non hanno ancora potuto esprime un valido consenso in quanto privi di  un tutore/amministratore di sostegno”.  

Nelle foto: 1. Vaccinazioni all'Opera Pia Curti. 2. Il direttore della RSA Opera Pia Curti, Giovanni Tinivella si sottopone alla vaccinazione.

lunedì, gennaio 04, 2021

Progetto Saturimetri a Casale Corte Cerro

L’Associazione per la Promozione Anziano di Casale Corte Cerro, ha recentemente partecipato al Bando “Covid” pubblicato dal CST (Centro Servizi Territoriali) con il progetto dal titolo: “Controlla il livello di ossigeno”, che prevede l’acquisto di 30 saturimetri che vengono messi a disposizione dei medici che operano sul territorio casalese. 
Il saturimetro (o pulsossimetro) è un apparecchio utile a valutare l'andamento della malattia COVID-19. Serve infatti a misurare l’ossigenazione del sangue ed è utile per sapere se i polmoni riescono ad assumere ossigeno in quantità sufficiente dall’aria che si respira.
La fase attuale Covid-19, che vede una nuova diffusione della malattia anche sul nostro territorio, mette a dura prova il Servizio Sanitario Nazionale, i cui medici, nel rispetto delle regole, lavorano su appuntamento e devono gestire a distanza i pazienti a rischio. Gli anziani, che generalmente rispettano le regole stabilite, sono considerati persone a rischio, soprattutto se sono già affetti da altre patologie.  
Dagli studi si è visto che la malattia COVID 19 colpisce  prevalentemente l’apparato respiratorio e quindi, come conseguenza dell’infezione, tra i primi sintomi si presentano difficoltà respiratorie dovute alla  minore ossigenazione del sangue.
Siccome questo rischio è presente anche nei nostri anziani, l’Associazione per la Promozione Anziani, in collaborazione con i medici, ha deciso di intervenire a sostegno degli anziani più fragili comprando e rendendo disponibili gli apparecchi per il controllo dell’ossigenazione del sangue che i medici stessi assegneranno ai propri pazienti a rischio, in modo da mantenere un controllo regolare dell’ossigenazione del sangue e intervenire precocemente in caso di aumento del rischio.
I nostri volontari, che telefonicamente già si interfacciano con gli anziani per capire quali sono le loro necessità, al fine di intervenire nel caso di bisogno, rimangono disponibili per ogni supporto.
Un grazie particolare ai volontari e ai medici che collaborano in questa utile iniziativa e soprattutto al CST che ha riconosciuto il valore del progetto e lo ha finanziato. 

domenica, gennaio 03, 2021

Al Via le Vaccinazioni nelle RSA di Borgomanero


Hanno preso il via nella mattinata di domenica 3 gennaio, alla Casa Famiglia don Vincenzo Annichini” a Santo Stefano di Borgomanero, le vaccinazioni di 15 ospiti e 9 operatori della RSA che non sono mai stati a contatto con il covid-19. Tra 21 giorni, allo stesso gruppo, sarà effettuato il cosiddetto richiamo. L’operazione è stata eseguita dall’Usca e Sisp dell’Asl Novara.
Da sottolineare che la stessa RSA ha effettuato, giovedì 31 dicembre, i tamponi ad ospiti e personale risultati tutti negativi.
Per quanto riguarda l’Opera Pia Curti, le vaccinazioni agli ospiti e personale,  saranno effettuate nei prossimi giorni.