Visualizzazione post con etichetta hotels. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta hotels. Mostra tutti i post

lunedì, luglio 08, 2024

Ottimi Risultati della Nazionale ai Campionati Europei di Duathlon


«Agli europei di duathlon di Coimbra, dal 20 al 22 giugno scorso, una prova di grande consistenza per la nazionale femminile, che consolida la sua competitività con il sesto e il settimo posto di Chiara Lobba e Federica Frigerio! Solo il team francese, una super potenza nella multidisciplina, ha piazzato 2 atlete nella top 8 europea. Lobba e Frigerio hanno migliorato di 8 e 12 posizioni i piazzamenti ottenuti solo un anno fa nella rassegna europea! Per Chiara Lobba anche uno splendido argento tra le Under 23! Rammarico notevole per la rinuncia, il giorno prima della partenza, a causa di un problema organico, per Noemi Bogiatto, che si era preparata benissimo nel raduno svoltosi a Orta San Giulio. Da aggiungere, con grandissima gioia, la vittoria di Chiara Lobba nella coppa Europa di triathlon a Rehzow, Polonia, disputata una settimana prima del campionato europeo di duathlon, a sancire ulteriormente il grande e ottimo lavoro svolto sul lago d’Orta. Una ennesima e grande conferma dell'importanza del lavoro che possiamo svolgere nei periodi di raduno sul lago, grazie all'ospitalità della Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, e alla grande passione e lungimiranza di Andrea Giacomini, da anni sempre appassionato e pronto a darci il meglio per concretizzare perfettamente i periodi pre Campionati Europei e Mondiali. Ad Andrea, tutto il personale dell'hotel San Rocco, alle piscine La Goccia di Borgomanero e a tutto il territorio, il nostro più grande grazie». Sono queste le parole di Andrea Compagnoni, CT delle squadre nazionali di duathlon, di ritorno dalle imprese che hanno portato a splendidi risultati.
«Oramai si può dire nei fatti che il nostro Magnifico Lago d’Orta e il Territorio siano l’ideale per il binomio preparazione atletica e relax in vista di appuntamenti nazionali ed internazionali. Anche le nuove leve del duathlon e del triathlon sono state qui per la prima volta quest’anno con il CT Andrea Compagnoni, e dopo gli allenamenti hanno conseguito risultati eccezionali nelle gare europee. Come Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini e come Hotel San Rocco New Classic Hidrogen Hotel, gioiamo con loro e ci complimentiamo abbracciandoli affettuosamente e felici di aver nel nostro piccolo contributo a questi grandi successi, loro personali e Nazionali. Rinnoviamo la nostra Amicizia e supporto per il futuro al CT Andrea Compagnoni e a tutti i campioni che da tempo ci onorano della loro visita e dei più recenti e dei nuovi che verranno… Tutti loro sono un esempio di impegno, resistenza e resilienza italiana con sepre il sorriso sul volto da cui prendere spunto ed insegnamento a tutte le età. Forza Ragazzi e Ragazze del duathlon e del triatlon dal lago d’Orta, un esempio e una eccellenza della Sostenibilità tutta Italiana, come Voi siete con Andrea Compagnoni Tutti da Sostenere. Forza Bellezza e Abilità italiana dei territori e delle persone!» è l’incoraggiamento che viene da Andrea Giacomini, presidente della Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini

mercoledì, giugno 26, 2024

Red Carpet - Giacomo Saporito in Mostra a Orta



"Red Carpet" è il titolo della mostra fotografica dell’artista Giacomo Saporito che verrà inaugurata domenica 30 giugno alle 17 presso la splendida location di Villa Gippini dell’Hotel San Rocco a Orta San Giulio. L’esposizione, a cura della Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, prende il nome dal tema delle immagini: ritratti di personaggi famosi del mondo dello spettacolo.

Lungo il sentiero che conduce a Villa Gippini sarà posizionato un tappeto rosso e un pannello per permettere ai visitatori di farsi selfie, proprio come se si trovassero a Venezia.

"Fendere la folla pigiata tra le transenne, tra grida e inneggi a divi, ed entrare, varcando la soglia verso una distesa rosso-fuoco, immediatamente solo, tra flash, urla, movimenti, giravolte, sorrisi, bersagliato da fotografi, cineoperatori, masse ondeggianti nelle cortine di gente quali Star, immortalati per un momento magico ed eterno, accecante, sospesi tra l'accesso e l'uscita, terra di nessuno e di tutti, esposti a sguardi, applausi, strepiti in una bolgia, vittime e protagonisti dello spettacolo. Poi... incidere lenti, guardando finalmente intorno, e sentire il flusso che porta alla sala tra salamelecchi, strette di mano, abbracci, saluti, baci con gente astratta, comparse di una kermesse sempre diversa e sempre uguale, dove le emozioni si accavallano, in un percorso quasi iniziatico di trasfigurazione, uno della folla ad eletto, nell’attimo che sfuma e scolora varcata l'altra soglia nella penombra della sala silenziosa, seduto finalmente a riprendere fiato, e a luci spente, vedere, immergersi nella nuova realtà ove il film ti trasporta."

Giacomo Saporito, fotografo artistico e di eventi, è il testimone che dà realtà a questo mondo evanescente, ma scolpito nella memoria di ciascuno, e restituisce nelle foto scattate nel parterre della Mostra, istanti, emozioni, sentimenti nei ritratti di divi famosi, come di ospiti che scorrono in passerella, rilevando, oltre il fashion di tenui e strepitosi vestiti, il ritratto di persone che appaiono divi, o di star che tornano persone, isolando nel flusso incessante di persone, caratteri, espressioni, emozioni di ciascuno, trasformando momenti effimeri in ricordi duraturi. Giacomo, oltre che fotografo, è rinomato graphic designer, creatore di poster e immagini per manifestazioni e campagne delle Nazioni Unite e UNESCO; è specializzato in ritratti ed eventi, tra cui matrimoni. Il suo studio si trova a Orta San Giulio, a I Tesori dell’Isola. Ha tenuto esposizioni a Milano, Orta San Giulio, New York, Parigi, Venezia e Ginevra.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 15 settembre negli orari di apertura dell’Hotel San Rocco.

Il presidente della Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, Andrea Giacomini, commenta così: "Come Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini e Hotel San Rocco siamo onorati e lieti di ospitare la mostra del fotografo e artista Giacomo Saporito, con le immagini dei divi e delle star del cinema di tutto il mondo. Questa esposizione è anche l’occasione per ricordare come il lago d’Orta sia da tempo protagonista nelle riprese di film, serie televisive e documentari. Ad esempio nella pellicola ‘La maestrina’ del 1951 venne utilizzato il calesse di mio nonno Dario. Intorno a quegli anni nacque anche il prestigioso premio David di Donatello. Sono state innumerevoli le pellicole girate sul lago d’Orta e anche l’Hotel San Rocco è stato protagonista, o come set cinematografico sia negli interni che negli esterni, o per aver ospitato i divi impegnati nelle riprese. Netflix e Sky hanno registrato immagini del nostro lago che sono andate in tutto il mondo! Tra i numerosi film ricordo ‘La spina nel cuore’ con Anthony Delon, e più recente ‘La corrispondenza’ di Giuseppe Tornatore che nel 1990 vinse l’Oscar. Il legame con la Fondazione intitolata a mio padre è quello fondamentale di creare mostre artistiche culturali che non ci facciano mai dimenticare le valenze e l’importanza che il nostro territorio ricopre in questo ambito, anche con l’apporto di questo artista, selezionato per il mondo del cinema anche dall’Unesco, e a questo proposito ricordiamo il nostro Sacro Monte che si trova proprio alle spalle dell’Hotel San Rocco.".

martedì, giugno 04, 2024

Le Campionesse Italiane del Duathlon sul Lago d'Orta


Campionesse sul lago d’Orta! Dal 20 al 28 maggio scorsi la Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini ha ospitato presso l’Hotel San Rocco a Orta San Giulio, Noemi Boggiatto campionessa italiana di duathlon sprint 2024 e campionessa europea e mondiale in carica junior 2023, Chiara Lobba, vicecampionessa italiana duathlon sprint 2024 e argento mondiale ed europeo in carica under 23 e Federica Frigerio vicecampionessa italiana duathlon standard distance 2024 e atleta top 16 europeo/mondiale 2023.
Il preparatore tecnico Andrea Compagnoni ha detto: «Sono stati 8 giorni di raduno, l'ennesimo qui a Orta San Giulio, nel quale abbiamo preparato l'avvicinamento ai Campionati Europei di Duathlon, in programma a Coimbra, Portogallo, dal 13 al 16 giugno. Uno stage proficuo, nel quale abbiamo curato al meglio, tutti gli elementi specifici, come sempre, nel migliore dei modi, grazie alla perfetta e splendida ospitalità di Andrea Giacomini. Tutti gli elementi programmatici legati agli allenamenti di corsa, ciclismo e anche nuoto, si sono concretizzati perfettamente grazie ai consolidati percorsi intorno al lago, da sempre ideali per tutto il training che richiede una disciplina come il duathlon. Perfetto il lago per le sedute in acque libere e importantissimo l'aiuto della piscina La Goccia di Borgomanero, per tutti gli allenamenti in vasca. Come sempre Andrea Giacomini ha saputo metterci nelle migliori condizioni per avere ottime performance e perfette fasi di recupero post allenamento, grazie alla perfetta organizzazione di tutto lo staff dell'hotel San Rocco. Come sempre ad Andrea e alla Fondazione dedicata a suo padre, Alberto Giacomini, va il nostro grazie più sincero. Ora testa e convinzione verso i campionati europei».
«Siamo Onorati - ha commentato Andrea Giacomini, presidente della Fondazione Giacomini - che anche quest’anno l’Amico Sincero Andrea Compagnoni e i suoi Campioni e Campionesse che danno lustro alla Nostra Italia nelle competizioni internazionali, attraversino ed apprezzino i nostri luoghi eccezionali e sostenibili sotto ogni aspetto, anche ambientale che aggiunge valore per il nostro turismo e la nostra economia. Sempre Orgogliosi e grati come Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini e come San Rocco New Classic Hydrogen Hotel di averli qui con Noi oramai in un sodalizio Lago d’Orta e Nazionale duatlon e triatlon più che decennale».

venerdì, ottobre 06, 2023

Terminati gli Allenamenti della Nazionale di Duathlon


Si sono conclusi la scorsa settimana i 7 giorni di raduno della squadra di Duathlon Italiana che si sono allenati nello splendido contesto, ospiti presso l’Hotel San Rocco, della Fondazione Cavaliere Giacomini, del lago d’Orta. 
«Sono stati 7 giorni di raduno importanti quelli che abbiamo concluso sul lago d'Orta, nel solito contesto ottimale per ogni elemento affrontato – ha commentato il CT Compagnoni prima della partenza - Un Camp affrontato nella parte finale di una stagione molto importante a livello di risultati, ma che non ci aveva visti ancora presenti sul lago in quanto, sia i campionati europei che i mondiali avevano avuto una collocazione molto anticipata nel calendario gare. Era però fondamentale per il team Italia affrontare un periodo di preparazione a Orta San Giulio in vista delle ultime gare in Italia ma soprattutto per consolidare la compattezza di una squadra molto importante e soprattutto per visionare durante un raduno 3 elementi nuovi, per la prima volta convocati. Ancora più fondamentale essere qui per pianificare gli appuntamenti del prossimo anno, con la squadra nazionale e insieme ad Andrea Giacomini, fondamentale punto di riferimento per tutti i risultati conseguiti nelle ultime stagioni. Le idee di Andrea sono sempre proiettate verso obiettivi agonistici e di training, costantemente alla ricerca di una concretezza ed efficacia qualitativa, ma legatissimi allo splendido territorio che circonda il lago. A lui devo tantissimo!... Come sempre eccezionale l'ospitalità e l'organizzazione di tutto lo staff dell'hotel San Rocco. Ora la stagione agonistica vira verso la parte finale...ma è probabile che il gruppo degli azzurri torni entro fine anno sul lago...questa volta però, per festeggiare tutti i risultati conseguiti».

venerdì, luglio 07, 2023

Helidon Xhixha Pulisce il suo Iceberg a Orta

 

Helidon Xhixha, noto scultore, si è tuffato nelle acque antistanti l'Hotel San Rocco di Orta San Giulio per prendersi cura della monumentale opera "Iceberg". La scultura è stata posizionata nelle acque del Lago d'Orta l'estate scorsa in occasione della mostra diffusa SOS Humanity a cura della Fondazione Cav. del Lavoro Alberto Giacomini.

martedì, novembre 08, 2022

Poetry On The Lake 2022


È sempre un piacere ospitare sul lago d’Orta la rassegna di poesie in lingua inglese Poetry on the Lake”, organizzato dalla poetessa inglese Gabriel Griffin che vive da molti anni sull’isola di San Giulio.
Come avviene già da qualche anno l’evento, che si è svolto a Orta San Giulio, ha visto la preziosa sponsorizzazione della Fondazione Cavaliere del lavoro Alberto Giacomini con la collaborazione dell’Hotel San Rocco.


«La famiglia Giacomini e l’Hotel San Rocco sono stati sostenitori sin dall’inizio di questa manifestazione; la neonata Fondazione, dedicata a mio padre Alberto – dice Andrea Giacomini, responsabile della Fondazione stessa - non poteva dunque mancare a questi incontri.
Riteniamo la manifestazione “Poetry On the Lake” un evento di eccezionale importanza e di impareggiabile ed eccellente qualità che mette in evidenza la “forma artistica della poesia”. La forma d’arte che sicuramente al meglio si sposa con questo lago, definito a livello internazionale il più romantico dei laghi italiani, essendo proprio la poesia stessa espressione di romanticismo, amore e dei sentimenti più profondi, puri e rispettosi.
L’evento, con la presenza dei poeti inglesi, mantiene vivo e fa ricordare al nostro territorio e ai suoi abitanti e turisti che a scoprire il fascino del lago d’Orta furono proprio, alla fine del ‘700, i viaggiatori inglesi, incantati dalle profonde acque verde – azzurro del lago, dalla sua lussureggiante natura e dai suoi tesori artistici. È per questo che oggi ci permettiamo, con umiltà ma sincera riconoscenza, di congratularci con Gabriel Griffin per mantenere vivo questo ricordo e questa antica tradizione tra il lago e la sensibilità degli inglesi, con un’iniziativa di grande spessore culturale e con un’anima internazionale, considerando che l’inglese è la lingua del Mondo.
Non posso non ricordare anche il valore di tale iniziativa, il suo contenuto, il suo rilievo e la sua importanza fondamentale, visti i due anni trascorsi nel tradurre positività alle persone e contribuire a farle tornare a sognare. Tale evento inoltre fa ricordare come altri poeti, scrittori e letterati abbiano fatto tappa sul lago d’Orta successivamente ai viaggiatori inglesi. Per citarne alcuni: il romanziere francese Honoré de Balzac, il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche che tra l’altro nel 1882 durante una passeggiata al Sacro Monte di Orta si innamorò perdutamente della sua compagna di viaggio, la poetessa russa Lou Salomé.


Sono certo che con questa stupenda e ormai consolidata iniziativa che accarezza con delicatezza l’animo, la signora Griffin contribuirà anche a far cogliere a tutti noi, abitanti e viaggiatori, una maggior consapevolezza della bellezza di questi luoghi e un prezioso contributo a farci rinnamorare del nostro Lago romantico
».
«È arrivato il tempo della poesia anche quest’anno – ha commentato Gabriel Griffin Ci sono stati i workshop di scrittura creativa con gli studenti del Liceo Linguistico Galileo Galilei di Gozzano con la professoressa Iolanda Cappelletti, che hanno interagito con i poeti presenti, è stata una bella e costruttiva esperienza per tutti. Sabato pomeriggio, 29 ottobre, ospiti presso l’Hotel San Rocco, abbiamo potuto assistere ad una performance speciale di Jan Noble per ricordare il bicentenario della morte, avvenuta nel 1822 nella baia di Lerici, del poeta Percy Bysshe Shelley. Noble è un poeta, attore, performance poet, e ha già presentato altre due performance a Poetry on the Lake: nel 2017 'My Name is Swan' e nel 2020 'Body 115', e due volte ha facilitato un mini workshop per gli studenti del liceo di Gozzano e della British School di Milano. Durante il pomeriggio trascorso all’Hotel San Rocco si sono svolte le premiazioni del concorso di primavera che ha visto ricevere il Silver Wyvern la poetessa greca Helene Demetriades. L’Hotel San Rocco ci ha poi offerto un momento conviviale e la Fondazione Giacomini un giro sul lago con il battello elettrico».

venerdì, settembre 30, 2022

Mostra di Andrea Bergmann all'Hotel San Rocco di Orta


La Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, con l'Hotel San Rocco di Orta San Giulio, è lieta di presentare l'abituale appuntamento con l'Arte all'interno delle sale barocche di Villa Gippini.

Fino al 10 ottobre, negli orari di apertura dell’hotel, sarà possibile visitare la mostra di Andrea Bergmann In Cammino”, una esposizione che si presenta al pubblico con due anni di ritardo a causa della pandemia che aveva impedito all’artista di raggiungere l’Italia dalla Germania.

Bergmann e la sua famiglia, che hanno casa a Centonara, sono amici personali da molti anni di Andrea Alessandro Giacomini, responsabile della Fondazione dedicata a suo padre Alberto. «Il titolo “In Cammino” è ricco di significato – commenta Andrea Giacomini – Tutti noi siamo in cammino: nel cammino della nostra vita, dei nostri affetti, dei nostri sentimenti, delle nostre ricerche, delle nostre certezze in mezzo alle insidie e ai sentieri che a volte ci mostrano panorami bellissimi e scorci fantastici sulla bellezza della nostra natura, come quelli del nostro Lago. Altre volte invece ci mostrano percorsi impervi e angoli di boschi bui che impediscono di vedere il cielo, quelli che sono frutto delle nostre paure, delle incertezze e dei dubbi che fanno parte della natura umana e dello sgomento. A volte sono rapimento, in cui la società ci attrae in un'apparente condivisione insieme ad una moltitudine di altri in un mondo virtuale e globalizzante, ma che di rimando crea in tale cammino, se intrapreso al canto delle sirene social, ad un vuoto interiore e ad una solitudine dei valori più profondi degli animi. Il forte messaggio che Andrea Bergmann lancia, dà l’opportunità e la possibilità di riflettere sulla realtà che si sta vivendo e anche di prevederne i cambiamenti culturali che influiranno sull’uomo».

mercoledì, settembre 28, 2022

Gli Atleti del Duathlon Ospiti della Fondazione Alberto Giacomini


Splendidi risultati ai Campionati Europei di Duathlon che si sono svolti recentemente a Bilbao in Spagna, il raduno degli atleti ospiti della Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini presso l’Hotel San Rocco a Orta San Giulio è stato fondamentale per le vittorie!
«Siamo stati sul lago ospiti della Fondazione Giacomini dal 29 agosto al 7 settembre per il raduno pre Campionati Europei di Duathlon che si sono svolti a Bilbao dal 15 al 18 settembre scorsi – ha detto il preparatore tecnico Andrea Compagnoni - Gli atleti presenti erano Andrea Sanguinetti, Alberto De Marchi, Daniele Gambitta, Giorgia Priarone. Sanguinetti è stato in gara nella prova Professionisti Uomini, De Marchi, vicecampione del mondo nella Mixed Relay e presente nel precedente raduno, ha gareggiato nelle prove under 23. Gambitta era al suo primo raduno sul lago; ha ottenuto il quarto posto nella Mixed Relay ai Campionati del Mondo e anche lui era al via nella prova Under 23. Giorgia Priarone è la Vicecampionessa del Mondo, insieme a De Marchi nelle Mixed Relay e ha ottenuto il quarto posto nella gara individuale, sempre ai Mondiali. È atleta anche della Nazionale di Triathlon di lunga distanza. Attualmente è l'unica ad essere riuscita a centrare la doppia top 10 mondiale nelle due specialità. È stato presente, come atleta di supporto, Gregory Barnaby, compagno di Giorgia e anche lui specialista delle lunghe distanze nel Triathlon. Membro della Nazionale di specialità, ha ottenuto, a fine agosto, uno splendido quarto posto nel Mondiale di Triathlon su lunga distanza. Come sempre devo ringraziare Andrea Giacomini per il grande aiuto che ci offre per preparare questi eventi di alto livello. La sua passione e conoscenza nei confronti di una disciplina così tecnica e dura ci ha permesso di usufruire in questi anni delle condizioni ideali per finalizzare sempre i campionati mondiali ed europei. Un altro grazie immenso a tutto lo staff dell’hotel San Rocco per la perfetta gestione di atleti impegnati in fasi molto importanti della preparazione. Tutto il periodo di preparazione sul lago è stato ottimo, senza intoppi e con un rendimento concreto e qualitativo da parte dei ragazzi, culminato con la gara test da 5km di corsa a Borgomanero, la nota Straborgo di notte, del 6 settembre, nella quale il rendimento palesato è stato veramente buono dopo 10gg di carico di lavoro. Dieci giorni nei quali abbiamo potuto sfruttare tutta la grande ospitalità dell’hotel San Rocco. Uno stage pre europeo sicuramente proficuo e con riscontri incoraggianti».

domenica, giugno 05, 2022

La Fondazione Alberto Giacomini Ospita i Nazionali di Duathlon


Da sabato 21 al 28 maggio, sul lago d’Orta si è svolto uno stage pre “Campionati del Mondo di Duathlon” che si svolgeranno a Târgu Mures in Romania dall’8 al 12 giugno
Con Andrea Compagnoni, responsabile della squadra nazionale, erano presenti, ospiti della “Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini” presso l’Hotel San Rocco a Orta San Giulio, gli atleti Giorgia Priarone, Andrea Sanguinetti e Alberto de Marchi.
«Come “Fondazione Cavaliere del lavoro Alberto Giacomini” – commenta Andrea Alessandro Giacomini, responsabile della Fondazione - siamo onorati di aver consolidato con la Federazione Italiana di Duathlon la collaborazione già portata avanti da anni con l'hotel San Rocco per la preparazione atletica riguardante i Campionati Mondiali ed Europei sul Lago d'Orta. Facendo base presso l'hotel San Rocco il CT della Nazionale di Duathlon, nonché storico amico Andrea Compagnoni, ha preparato le giovani leve di questo sport che ci rappresenteranno ai mondiali in Romania previsti per questo mese di giugno. A rendere ancora più rilevante e particolare la loro preparazione sul lago d'Orta la presenza, per la prima volta, di una figura femminile, Giorgia Priarone. La collaborazione, il sostegno e il supporto al Duathlon rientra in quello che è lo stimolo che la Fondazione vuole dare ai giovani verso uno sport sano che si svolge in mezzo alla natura, e nella filosofia di promozione legata ai temi della mobilità ecosostenibile, considerando che, di fatto, le prime forme di mobilità per scoprire e promuovere il nostro territorio in modo sostenibile sono indubbiamente le camminate, la corsa e la bici. Proprio come la corsa e la bici sono le due discipline del Duathlon. Anche questo progetto si inserisce coerentemente con quello territoriale che da due anni la Fondazione sta impostando riguardo la valorizzazione sia della parte alta che di quella bassa del lago, tanto che la preparazione atletica ha riguardato Orta San Giulio, Pella e le aree immerse nei boschi di Madonna Del Sasso e Val Piana. Altro aspetto importante di queste giornate di preparazione sul lago è il fatto che la selezione di coloro che rappresenteranno i colori italiani in Romania, è stata ricevuta dagli sportivi proprio qui a Orta, dove hanno ricevuto anche i nuovi body ufficiali da gara».

venerdì, aprile 08, 2022

Presentazione Libro a Orta


Sabato 9 aprile 2022 alle ore 21:00 Franco Baresi presenterà con Federico Tavola il suo libro Libero di sognare” presso l’Hotel San Rocco a Orta San Giulio.
A che cosa servono il potere dell’immaginazione, la determinazione e il coraggio?
A realizzare il sogno di un bambino: diventare leggenda

Parteciperà all’incontro anche il giornalista Marcello Giordani.
L’evento è organizzato in collaborazione con Feltrinelli Point di Arona.

Info e prenotazioni:
0322240620

giovedì, febbraio 24, 2022

Italica di Rubinetterie Stella Conquista le Alpi Francesi


Le Coucou
è un hotel a 5 stelle situato a Méribel, rinomata località sciistica nel dipartimento francese della Savoia. Con un’allure elegante da chalet tradizionale, in perfetta osmosi con il paesaggio circostante, si distende per sei piani di terrazze lungo le piste innevate, dominando con lo sguardo le cime maestose di ben tre vallate.
Al suo interno, che consta di 55 camere, di cui 39 suite e un centro benessere, l’architetto Pierre Yovanovic ha saputo trasformare ciascuna apertura in un dipinto capace di mozzare il fiato. Combinando un lusso semplice e caloroso con un’atmosfera contemporanea chic e rilassante, giocando sull’arte del contrasto tra il monumentale e l’intimista, le linee geometriche rigide e i volumi morbidi, il vintage  e l’originalità, il disegno tecnico e l’artigianato, Yovanovic ha riletto il repertorio classico dello stile alpino attraverso uno sguardo contemporaneo pulito, ma accogliente  e sottilmente stravagante.
Per le sale da bagno di un ambiente così unico, Le Coucou ha scelto la Serie Italica di Rubinetterie Stella. Un’icona della rubinetteria tradizionale capace di rispondere alle esigenze del contemporaneo, apportando eccezionali prestazioni meccaniche e idrauliche insieme ad una carica evocativa straordinaria, praticamente inossidabile.



martedì, novembre 02, 2021

Ecomuseo Cusius e Hotel San Rocco


Il nostro lago non è sempre stato limpido come lo vediamo adesso. Chi ci vive ricorderà sicuramente che l'inquinamento lo aveva reso tanto acido da stroncare quasi ogni forma di vita nelle sue acque. Dopo l’operazione di Liming avvenuta più di 30 anni fa, è tornato ad essere il gioiello che tutti possiamo ammirare.
Ovviamente i turisti, che ogni giorno arrivano da ogni parte del mondo, non conoscono questa interessante storia. La Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini e l’Hotel San Rocco di Orta San Giulio, in collaborazione con Ecomuseo Cusius, hanno deciso di installare due pannelli in cui sono spiegate chiaramente, in lingua italiana e inglese, le fasi che hanno portato a far rivivere uno degli specchi d’acqua più belli del mondo.
«I pannelli sono stati realizzati dallo staff di Ecomuseo Cusius – spiega dalla Fondazione Andrea Alessandro Giacomini e sono stati posizionati in due punti strategici dell’Hotel San Rocco per dare modo ai clienti di conoscere anche questo aspetto del nostro lago».
Grande soddisfazione da parte dell’Ecomuseo per l’iniziativa: «Anzitutto vorrei ringraziare la Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini e l’Hotel San Rocco per aver aderito al Contratto di Lago, unendosi a tutti gli altri enti ed associazioni che hanno già firmato – ha detto Gianni De Bernardi, Presidente dell’Ecomuseo Cusius – Quello del Liming è il più grande esempio di rinascita di un lago, un’opera che l’uomo ha adottato per risanare una ferita che lui stesso aveva aperto decine di anni prima. Ma quanto avvenuto 30 anni fa con il Liming non deve essere un episodio isolato, ogni giorno occorre monitorare e accogliere i segnali positivi di ritorno delle specie sia animali che vegetali. I visitatori possono accertarsi della reale situazione chimica dell’acqua ad oggi. E anche questo dato è marketing del territorio. Vorrei sottolineare – prosegue De Bernardi – che come Ecomuseo è proprio questo che facciamo: promuoviamo l’avvenuta rinascita del lago e la sua successiva cura, e lo facciamo perché anche questo è utile alla sua promozione. Raccontare la storia però non basta, servono azioni concrete. Il Contratto di Lago ne fa alcune, mentre sia la Fondazione che l’Hotel hanno dato vita ad una serie di importanti iniziative legate alla mobilità sostenibile, dall’imbarcazione elettrica, ai sistemi di locomozione elettrici, ai punti di ricarica, a favore del territorio e di un turismo responsabile. A noi di Ecomuseo non può che far piacere se da questo input altre strutture ricettive aderiscano».



martedì, ottobre 26, 2021

Ort'Autori - Presentazione Libro



Prosegue la rassegna Ort'AutoriIl prossimo appuntamento avrà luogo domani, Mercoledì 27 Ottobre, alle ore 18.30, presso l'Hotel San Rocco.
Ospite del dibattito sarà Carlo Cottarelli, Professore di Economia alla Bocconi e membro dell'Osservatorio sui conti pubblici dell'Università Cattolica di Milano, il quale presenterà il libro "All'inferno e ritorno", edito da Feltrinelli.
Interviene all'incontro il Professor Davide Maggi dell'Università del Piemonte Orientale - Novara.

👉Al seguente link, sono disponibili maggiori informazioni riguardo al libro: 

❗Ricordiamo che, per accedere all'evento, occorre prenotare (tramite email: arona@feltrinellifranchising.it o telefonando al n. 0322 240620) ed essere muniti di Green Pass o di una certificazione in corso di validità.

lunedì, settembre 27, 2021

Dalla Mostra del Cinema a Orta: la Barca Elettrica Repower-E Ritorna sul Lago


È tornata sul lago d’Orta Repower-E, l’imbarcazione 100% elettrica che combina avanzate tecnologie, elevate prestazioni e un ridotto impatto ambientale offrendo una navigazione piacevolissima e ultra silenziosa.
La barca si trova presso l’attracco dell’Hotel San Rocco a Orta San Giulio grazie alla Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini”.
«La Repower-E era presente sul lago anche lo scorso anno – spiega Andrea Alessandro Giacomini proprietario dell’Hotel e referente della Fondazione – come parte del progetto di servizio di navigazione ecosostenibile sul lago d’Orta. Dopo essere “andata” alla Mostra del Cinema di Venezia, è tornata sul lago e resterà fino alla fine della stagione dell’Hotel».



La Repower-E è stata presente in laguna alla 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e durante le giornate dedicate alla Mostra ha trasportato numerose celebrità: la madrina Serena Rossi, il Presidente della giuria, il coreano Bong Joon-ho, premio Oscar con Parasite.
Una imbarcazione per presentare la nuova frontiera della sostenibilità: la navigazione. E così idealmente e sull’acqua la Repower-E dalla laguna è tornata al lago d’Orta, uno dei più bei laghi italiani, dove si affacciano borghi incantevoli, e dove, recentemente i Comuni della Riviera hanno firmato il “Manifesto di Orta”, un accordo per una sinergia tutta sostenibile.
«Grazie alla Fondazione Alberto Giacomini – prosegue Andrea Alessandro Giacomini – che ha installato due Palina Repower per la ricarica di veicoli elettrici presso l’Hotel San Rocco, il lago d’Orta aspira a diventare il primo lago italiano a navigazione solo elettrica nel giro di pochi anni».

giovedì, settembre 02, 2021

Davide Uccellari: Allenamenti sul Lago d'Orta per il Campione Europeo di Triathlon


Davide Uccellari
, campione italiano ed europeo di Triathlon, olimpionico nel 2012 a Londra e nel 2016 a Rio de Janeiro, con sempre ottimi risultati. E una volta all’anno viene ad allenarsi sul lago d’Orta, ospite di Andrea Alessandro Giacomini presso l’Hotel San Rocco di Orta San Giulio.
Una disciplina importante il “Triathlon Olimpico” con 1500 metri di nuoto, 40 km di bicicletta e 10 km di corsa e, in vista della sua partecipazione l’11 e il 12 settembre alla tappa della Coppa del Mondo nella Repubblica Ceca a Karlovy Vary, e il 24 e 25 al Campionato Europeo a Valencia in Spagna, Uccellari è arrivato nei giorni scorsi sul lago con Andrea Compagnoni, ex commissario tecnico della Nazionale di Triathlon, Dario Chitti, anche lui un atleta esperto, e la fisioterapista Miriam Montuori
«Grazie al supporto di Andrea Alessandro Giacomini dell’Hotel San Rocco – dice Uccellari – da circa 10 anni, a parte la pausa Covid, veniamo con alcuni ragazzi della Nazionale Italiana di Duathlon e di Triathlon per sfruttare le condizioni climatiche del lago e dei percorsi, sia di ciclismo che di nuoto in acque libere. In questi giorni la temperatura dell’acqua era ottimale e, alcune volte, abbiamo potuto nuotare senza muta».


Davide Uccellari è particolarmente soddisfatto della spiaggia privata a Pella che il Dottor Giacomini intende promuovere e adibire a camp sportivi.
«È molto interessante e mi auguro che in futuro possa ospitare sia amatori che professionisti che possono trovare, da aprile a settembre, le condizioni ottimali, si presta molto».
Durante il soggiorno degli atleti è stata presentata loro la postazione di ricarica delle biciclette elettriche con annessa la possibilità di ricaricare anche tablet, Iphone, Smartphone.
«Andrea Alessandro Giacomini ci ha mostrato la postazione di ricarica/panchina e l’ho trovata un progetto Green estremamente interessante. Noi atleti Triathlon non useremo personalmente le biciclette elettriche in quanto dobbiamo utilizzare quelle da strada, ma sarebbe utilissima per coloro che ci seguono negli allenamenti, o per l’amatore che quando partecipa alle gare si porta con sé la famiglia, o ancora per chi vuole fare triathlon ma non è allenato». 
«Si chiama “E-lounge” di Repower la panchina multifunzionale adatta a tutti gli ambienti e mostrata al campione Uccellari e ai suoi compagni durante il loro soggiorno a Orta. Dotata di 6 prese a cui collegarsi, 4 posti a sedere, 4 posti bici e illuminazione integrata – spiega Andrea Alessandro Giacomini – sul lago d’Orta sarebbe molto utile per i turisti, e non solo, vista la presenza già da qualche anno di due realtà di noleggio di bici elettriche che collaborano con la Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini. Si tratta della “E-Bike Lago d’Orta” a Orta San Giulio, e della “E-rent E-bike Monte Oro” ad Ameno, alle quali faccio i miei complimenti».


Ecco dunque un’altra importante conferma, che arriva da un campione dello sport come Davide Uccellari, che la direzione dell’Hotel San Rocco, con il sostegno della Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, ha intrapreso la giusta strada per entrare in un futuro che mette a disposizione tante innovazioni per farci stare meglio, ma in modo completamente ecosostenibile.

sabato, agosto 21, 2021

LAMBROgino e la Moda con Yaya Cerulla


Estate rovente a Orta San Giulio con il video, che diventa virale, della Ferrari Roma nuova fiammante letteralmente “incastrata” negli stretti vicoli, ma soprattutto con il progetto “Orta Tribike Green” trasformato, in questi giorni, in un magico e inusuale palcoscenico per uno shooting fotografico di moda della senior designer Ilaria “Yaya” Cerulla. Yaya è stata infatti la prima a provare “LAMBROgino” presso l’Hotel San Rocco e attraverso le vie del bellissimo centro storico e la piazza Motta.
«Come “Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini” – afferma soddisfatto Andrea Alessandro Giacomini siamo felici dei riscontri e dei commenti stimolanti scaturiti dall’iniziativa, e pubblicati sui social da molte persone. Il tribike “LAMBROgino” non solo ha “vinto” sulla Ferrari, ma ha anche attratto e affascinato il mondo del fashion con un prezioso sodalizio con la moda. Ringraziamo Ilaria “Yaya” Cerulla, una storica seppur giovanissima amante del lago d’Orta. Una bravissima professionista da sempre attenta al rispetto dell’ambiente e della sua valorizzazione, anche nelle sue magnifiche realizzazioni». 
Ma scopriamo chi è Ilaria “Yaya” Cerulla. Dopo aver svolto diverse esperienze lavorative inerenti al campo del marketing e comunicazione, ha maturato la passione nei confronti della Moda e del design. Ha deciso di vivere a Milano e intraprendere un percorso di studi incline alle sue predisposizioni. Dopo tre anni di studio allo IED ha conseguito la Laurea in Fashion design a Dicembre 2015, periodo in cui già intraprendeva uno stage nell’ufficio prodotto Christopher Kane. 
Ha avuto la possibilità di creare una startup nel campo della calzatura in seguito al concorso indetto da Vogue Talents e Renè Caovilla, in cui si è classificata seconda a Gennaio 2018. Durante questa esperienza si è occupata del prodotto sia dal punto di vista stilistico, sia da quello prettamente comunicativo: organizzazione di evento lancio in un pop-up store a Milano, shooting fotografico della collezione in cui si è occupata dello stylist della modella, visual merchandising dello store e dello showroom e realizzazione di gadget promozionali della collezione, oltre allarealizzazione di una scarpa in formato macro. Attualmente lavora come freelance per un brand di capispalla da donna come senior fashion designer e curo il suo profilo instagram (yayacerulla) collaborando con diversi brand nel mondo del lusso e della moda.
Si ritiene una persona polivalente, curiosa e propensa all’apprendimento, veloce nel gestire le problematiche e molto responsabile.
Il suo desiderio è quello di continuare a lavorare in un contesto Moda, come personal shopper, fashion influencer poiché ritiene di avere già maturato esperienza in questi campi e pensa di avere una spiccata predisposizione in questo campo.

sabato, agosto 14, 2021

Tre Ruote Green a Orta con LAMBROgino


La “Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini” è lieta di inaugurare “Orta Tre Ruote Green”, un progetto per il periodo di Ferragosto che permetterà di testare gratuitamente un nuovo servizio per i clienti di tutte le strutture ricettive di Orta San Giulio, e per i cittadini e gli abitanti del borgo affacciato sul lago d’Orta.

Da ieri, venerdì 13 agosto, e per i prossimi giorni, grazie alla collaborazione con il Comune di Orta San Giulio, con il sindaco Giorgio Angeleri e il Vicesindaco Sabato Ferrentino, e con la Direzione dell’Hotel San Rocco e tutto il suo staff, sarà a disposizione il tribike elettrico a emissioni zero, comodo, sicuro e maneggevole dal divertente nome di “LAMBROgino” che potrà percorrere, con autista, il tragitto che dall’Hotel San Rocco, attraverso la strada Panoramica, sale al Sacromonte per scendere poi fino alla piazza Motta e tornare in Hotel, punto di ricovero e di ricarica del mezzo di trasporto che, tra le altre, ha la caratteristica di essere anche una simpatica attrazione.

Ideale, in questi giorni di caldo eccezionale, per turisti e ortesi che volessero spostarsi evitando di camminare sotto il sole, lungo il percorso citato fino al Sacromonte, e anche dalla piazza Motta verso Villa Crespi.

“Lambrogino”, con l’imbarcazione “Repower E” recentemente ospitata sul lago d’Orta, entrambi nati dall’azienda leader nel settore “Repower”, rappresenta un altro importante “Passo Green” al servizio della popolazione e degli ospiti per un turismo realmente ecosostenibile e silenzioso.

La “Fondazione del Lavoro Alberto Giacomini” ancora una volta in prima linea nell’utilizzo dell’ e-mobility, la mobilità sostenibile, nel totale rispetto dello splendido territorio del Cusio che deve essere preservato.

mercoledì, agosto 04, 2021

Installata la Prima Postazione di Ricarica Imbarcazioni Elettriche sul Lago d'Orta


Il tema della mobilità sostenibile sul lago d’Orta aggiunge un altro importantissimo tassello grazie alla Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini che ha installato, con la collaborazione di Re-Power, azienda leader nel settore, una postazione di ricarica per le imbarcazioni elettriche presso l’Hotel San Rocco a Orta San Giulio
«Anche quest’anno la Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, con l’Hotel San Rocco, diventa punto di sperimentazione, osservazione, analisi e verifica di tutti i nuovi ritrovati in tema di mobilità sostenibile, dalle quattro alle due ruote senza dimenticare i veicoli che di ruote ne hanno tre, fino alle imbarcazioni pubbliche e private – spiega dalla Fondazione, Andrea Alessandro Giacomini È quindi un onore riuscire a presentare su questo magnifico lago la postazione di ricarica della Re-Power, sullo sfondo dell’isola di San Giulio, in un panorama unico che in molti ci invidiano». 
Un panorama tanto unico che tutti gli enti del lago, e non solo, stanno lavorando per candidare l’isola a Patrimonio Mondiale dell'Umanità tutelato dall'Unesco, e l’installazione di ricarica diventa, in questo contesto, un omaggio alla bellezza di questi luoghi che deve assolutamente essere preservata ad ogni costo.
«Questa è la prima colonnina elettrica per ricarica che viene installata su un lago, non ce ne sono altre né sul territorio nazionale, né all’estero – sottolinea Andrea Alessandro Giacomini – Vorrei che questo fosse veramente un servizio che stimolasse un futuro utilizzo di barche elettriche, non solo pubbliche, ma anche private. Lo scorso anno abbiamo avuto, nelle acque antistanti l’hotel, “RepowerE”, la prima barca full electric, totalmente ecosostenibile, dotata di due motori elettrici, con a bordo 40 kw di batterie e due motori da 20 kw, per un totale di 40 kw di potenza. Può portare fino a 21 persone ed è pensata come barca taxi, ovvero da lavoro, e arriva ad una velocità massima di 12 nodi. A breve l’imbarcazione tornerà a solcare le acque del Cusio migliorata e a disposizione di chi vorrà provarla. La nostra speranza è che ci sia una variazione di tendenza e che si cominciassero ad utilizzare imbarcazioni elettriche pubbliche e non solo, anche imbarcazioni più piccole, private o da noleggio. E nel caso venissero utilizzate da clienti dell’Hotel, questi avranno a disposizione questa postazione di ricarica privata e molto comoda».
È veramente un valore aggiunto per il lago d’Orta poter avere a disposizione la prima postazione di ricarica per imbarcazioni elettriche in tutto il territorio.
In questo importante e ampio progetto di mobilità sostenibile la “Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini” vuole collaborare concretamente e attivamente con i servizi pubblici e privati del lago.
«Tutti insieme è possibile cambiare stili di vita per aiutare il nostro pianeta, la Fondazione ne è consapevole e per questo ci sarà una concreta collaborazione con la Navigazione Lago d’Orta, con la Motonautica Bassotto San Giulio di Pella e con il Consorzio Navigazione Servizio Pubblico Orta San Giulio – conclude Andrea Alessandro Giacomini».

giovedì, luglio 15, 2021

Inaugurato LAQUA By The Lake


Ha aperto martedì 13 lugio LAQUA by the Lake – la nuova straordinaria venue sulle rive del Lago d’Orta, della collezione del Gruppo Cannavacciuolo LAQUA Resorts.

È la “Casa al Lago” dove design, contatto con l’acqua e la natura si uniscono in un nuovissimo Resort, in cui si trovano gli appartamenti, il Beach Club e il Ristorante Cannavacciuolo by the Lake. 

Aperto agli ospiti del Resort ed esterni, il Ristorante Cannavacciuolo by the Lake propone menu diversi durante la giornata, con un inedito setting, dove è possibile scegliere tra un tavolo all’aperto, avvolto dalla luce e dal sole o sotto l’elegante porticato.

 Lo Chef Antonino ha ideato piatti sfiziosi che celebrano il territorio e le sue origini, per il suo secondo ristorante al Lago d’Orta, rigorosamente vista lago!

Il menu, durante il giorno, propone piatti che portano anche in questa nuova casa al lago la sua anima, ispirandosi all’atmosfera del Resort: dalla “Caponata Napoletana”, “Spaghetto aglio olio e trucioli di pane”, “Pasta mischiata con ragù di pesce” al “Pescato del giorno”. 

Per la cena la carta invece si arricchisce con le elaborazioni della cucina di Antonino e nuove proposte stagionali che lo Chef ha pensato e realizzato per il Cannavacciuolo by the Lake.



lunedì, luglio 05, 2021

Inaugurazione Mostra di Silvia Della Rocca all'Hotel San Rocco di Orta


È stata inaugurata lo scorso 27 giugno presso Villa Gippini dell’Hotel San Rocco, la mostra Discover The World di Silvia Della Rocca, artista, scrittrice, giornalista e videomaker. L’esposizione resterà aperta fino al prossimo 20 agosto.
L’artista, presente all’inaugurazione, racconta così le due esposizioni di cui si compone la mostra.
"In questa occasione, grazie alla Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, ho potuto portare entrambe le mie anime, due mostre: GENESIS di quadri d’arte materica in cui l’Universo si fonde con le Lune e i pianeti, e ETNIKA una mostra video fotografica composta da 30 immagini più video, l’altra anima più legata al mio lavoro. Sono infatti una giornalista e ho lavorato per molti anni per il canale televisivo Marco Polo, sono autrice e regista di format tv documentari girati in varie parti del mondo. La mostra è uno sguardo su popolazioni, etnie che vanno dal Tibet alla Cina, al cuore dell’Africa fino al sud America. Con queste immagini di soli primi piani, racconto la differenza e le unicità che ci sono tra le genti che spazio temporalmente sono molto lontane tra di loro, ma di fatto hanno ancora mantenuto intatte delle culture che oggi stanno scomparendo per quello che noi chiamiamo progresso, che non è detto che lo sia. È un racconto fotografico. Per quanto riguarda Genesis premetto che non sono “figlia d’arte”, dipingo dal 2016 per caso. Ho infatti scritto un romanzo “L’isola di Aral” che racconta la storia di un pittore e di tre donne legate a lui. Le vicende si svolgono tra Bussana, paese di artisti che si trova in Liguria, e Formentera, l’isola della mia anima, del mio cuore, dove torno da anni fuori dalla stagione turistica. È un libro un po’ esoterico. Al suo interno racconto la tecnica pittorica materica che utilizza il mio pittore di fantasia. Poi un giorno reale capita che vado a Bussana e vedo, sulla parete di una chiesa, un quadro che rappresenta esattamente la tipologia di arte materica che avevo raccontato nel mio libro. Conosco la pittrice, diventiamo amiche, lei mi dà il suo quadro come spunto per la copertina del romanzo e, dopo averlo letto, mi sprona a dipingere, mi dà il suo studio per tre settimane e… così ho cominciato a dipingere in mezzo a strumenti di lavoro mai visti prima. Le parole magiche che mi hanno convinta a farlo sono state: “se sei stata così brava ad immaginarlo nel libro, puoi anche farlo nella realtà”. Poi la tecnica con gli anni si è affinata e così sono entrata nel mio mondo e oggi racconto metaforicamente ancora qualche sogno: per me guardare la luna e i pianeti è sognare, e questa mostra vuole farci sognare ancora attraverso la luce, la speranza, attraverso l’Universo che ci unisce tutti"



La mostra è visitabile ogni giorno fino al 20 agosto dalle 10 alle 22 con ingresso libero.